mag 132013
 

 Il 15/05/13 presso il Salone Alfieri di Portacomaro avrà luogo la prima edizione del Ciocco Dental Day!

In collaborazione con Francesco Pagliano, Presidente dell’azienda “Cioccopassione” di Fontanile.

Scopo dell’incontro è culturale-didattico ed insieme educativo-preventivo. Rivolto specificatamente ai bambini di terza, quarta e quinta elementare vuole con un linguaggio adeguato farli entrare nel mondo del cioccolato dalla sua origine alla sua trasformazione. Questo tanto desiderato alimento non solo è fonte di piacere, ma anche ricco di proprietà benefiche straordinarie che vanno conosciute. Contiene però un’elevata percentuale di zuccheri che se lasciati nel cavo orale favoriscono l’insorgenza di lesioni cariose per cui nasce l’esigenza di educare i bambini sull’importanza dell’igiene nella prevenzione delle malattie del cavo orale.
L’incontro prevede l’utilizzo di vari strumenti didattici (diapositive, filmati, volantini) è previsto un percorso di sensibilizzazione dei bambini, ma anche degli operatori della scuola e dei genitori sulla prevenzione primaria della patologia del cavo orale. Tenendo presente che alla scuola, luogo deputato alla formazione dei bambini e dei giovani, è richiesto anche impegno nella promozione della salute in questa occasione viene data l’opportunità di sperimentare e imparare a mantenere comportamenti salutari adeguati.
Come sottolineato dal Ministero dell’Istruzione e della Sanità, le patologie del cavo orale, associate in molti casi a scarsa igiene, ad una alimentazione non corretta, a stili di vita non salutari influiscono negativamente sulla qualità di vita di ciascun individuo, intervenendo, altresì, su importanti aspetti relazionali e di autostima.
In particolare, per la elevata presenza nella popolazione, la malattia cariosa e quella parodontale rappresentano le condizioni più rilevanti, specie in una ottica di prevenzione. Infatti, una corretta prevenzione primaria
e secondaria di queste patologie consente di evitare l’insorgere dei quadri clinici più gravi – quali l’edentulismo – che comportano invalidanti menomazioni psico-fisiche e impegno di cospicue risorse finanziarie per la terapia e la riabilitazione. Inoltre, poiché diversi fattori di rischio per le malattie del cavo orale (batteri-biofilm, dieta non adeguata, fumo, abitudini di vita scorretti) sono comuni ad altre malattie cronico-degenerative, molte delle misure di prevenzione nel campo della “oral health”, possono considerarsi potenzialmente utili anche in termini di promozione della salute globale dell’individuo. L’ottica preventiva porta a focalizzare gli interventi nell’età evolutiva, perché i dati scientifici in nostro possesso evidenziano come nei primi anni di vita le azioni di promozione della salute orale consentono l’instaurarsi di abitudini personali durature nel tempo.
Per quanto riguarda la malattia cariosa, la sua incidenza è notevolmente diminuita grazie ai maggiori interventi di informazione e formazione che vengono fatti, alla precoce intercettazione dei siti maggiormente suscettibili di insorgenza della carie e dei soggetti maggiormente predisposti, ma anche grazie all’utilizzo della tecnica della sigillatura profilattica dei solchi e della fessure dei denti definitivi.
Programma simili se realizzati in collaborazione con la scuola dell’infanzia e della primaria e con la presenza degli insegnanti stessi hanno dimostrato grande efficacia.

 Leave a Reply

(required)

(required)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>